mercoledì 23 dicembre 2015

BUON NATALE!!!!!!! :D

CIAO RAGAZZIIII !!!!!! :D :D :D

Oggi non vi mostrerò nessun capolavoro ;-P ma semplicemente vi svelerò il mio segreto per..... farmi consegnare i regali da Babbo Natale!!!!!! hi-hi-hi-hi (sghignazzamento furbo e diabolico ;-)   )

Guardate qui sotto....


Se vi piace il sistema usatelo tranquillamente, è il mio regalo di Natale per tutti i miei lettori più affezionati e, soprattutto, è il mio modo di augurare a tutti coloro che passeranno dal mio blog....


TANTI AUGURI E BUON NATALE!!! :D :D :D

giovedì 17 dicembre 2015

Chiacchierino, Cristalli e Collane ;-)

Che vergognaaaa!!!! Sono sparita dal blog da non so più nemmeno quanti giorni!!!! Vergogna-vergogna-vergogna!!!! La mia unica giustificazione è che ormai sta arrivando Natale :D (anzi, veramente lo sento già bussare in modo piuttosto prepotente!! ahahahah) e ci sono una marea di cose da preparare, soprattutto regali ;-) e sono sommersa dalle cose da fare. Non sarebbe male avere un paio di braccia in più con relative mani incorporate... certo a quel punto servirebbero anche due occhi in più per controllare il lavoro delle nuove mani... ma si sa, nella vita non si può avere tutto!! ;-)

Bene, dopo aver cosparso il capo di cenere e chiesto venia per la mia assenza passiamo subitissimo al protagonista del post, ecco una sua foto...


Come? Non riuscite a capire cosa centra una chiocciola gigante con il post?! Ma ragazzi!! Un po' di fantasia e immaginazione nooo???
E va bene, vi svelo l'arcano mistero ;-)

Sembra una gigantesca chiocciola composta da fiorellini verdi, ma in realtà è unaaaa.... Si, avete detto bene!! E' proprio una collana al chiacchierino!! Bravissimi!! :-)

Eccola qui nei suoi particolari:

Un bel primo piano di 21 fiorellini singoli legati tra loro durante la lavorazione...


... un dettaglio dei fiorellini uniti da una perlina dorata (in alto) e da un cristallo verde circondato da due perline dorate (in basso), per creare la curva della collana...


... il moschettone della chiusura che, ormai lo sapete, è la mia preferita perché mi da maggiore sicurezza rispetto ad altri tipi di chiusure...


... ed infine, il terminale della catenella: tre cristalli verdi separati da perline dorate.


Che ne dite? Non è davvero bella ed elegante? A me piace davvero molto, tanto da aver creato anche il braccale e gli orecchini abbinati, ma questo... sarà un altro post! ;-)

martedì 17 novembre 2015

Un Cappellino Speciale ;-)

Buon pomeriggio adorate lettrici e adorati lettori :D

Permettetemi una piccolissima premessa.

Dopo un attimo di riflessione, ho scelto di scrivere un post nel mio solito stile leggero e scherzoso, nonostante la tragedia avvenuta a Parigi che ha colpito tante persone innocenti e le loro famiglie. Ho deciso per un post di questo tipo non perché non abbia rispetto per le vittime, anzi, ma perché non ho intenzione di sprecare nemmeno una parola per dei vigliacchi assassini per i quali nutro il più assoluto disprezzo. Quindi, per non correre il rischio di trascendere, preferisco evitare di commentare.


E dopo questa premessa assolutamente seria, passiamo all'argomento del post: una bambolina in pasta di mais un po' particolare, qui sotto.... Uuuhhhh con calmaaaaa!!!! Stavo appunto per spiegarvi la sua particolarità, non c'è bisogno di stonarmi con le domande!!!!! ;-P


Mi piace veramente tanto creare una nuova bambolina e trovare sempre un particolare originale per renderla diversa dalle altre e, perciò, unica.

Come sempre, tutto il corpo è realizzato in pasta di mais, mentre il vestitino è in raso damascato color magenta scuro, una tinta particolare che mi piace e che non avevo ancora usato. Ma direi che fa davvero un bell'effetto, no?


Conoscete il detto "Tanti ricci, tanti capricci"? Ebbene, direi che si adatta benissimo alla mia bambolina visto che in qualità di sua "hair-stylist" personale (fare sfoggio di termini stranieri fa sempre sembrare "in" ahahaha ;-P   ) le ho creato un'acconciatura piena di ricci biondi all'ultima moda ;-) 


Una volta sistemato l'ultimo riccio toccava al cappello solo che il bianco non mi convinceva, così ho colorato un po' di impasto in modo da ottenere una tinta uguale alla stoffa del vestito e mentre impastavo e coloravo, coloravo e impastavo, mi è venuta in mente un'idea balzana: usare direttamente la stoffa!!

Ovviamente non potevo non mettere in pratica un'idea balzana che era allo stesso tempo geniale!! ;-)


Così prendi le misure, fai il cartamodello, taglia la stoffa, cuci... ho creato il tutto come se stessi realizzando il cappello per una persona reale, solo che era... in miniatura, quindi leggermente più faticoso per via delle dimensioni piuttosto ridotte.


Una volta finito, mancava ancora qualcosa: un po' di oro, per riprendere il bordo dorato del colletto e così con ago e filo metallizzato color oro ho ricamato a punto erba tutto il giro esterno della tesa.


Ora è il momento del tocco finale: la decorazione. Un nastrino di raso lilla (colore che si abbina molto bene al magenta della stoffa) crea un fiocco fermato al centro da una piccola rosa in pasta di mais di una diversa tonalità di lilla accompagnata da due foglioline verdi e una perlina rosa.


Ed ora, qualche altro particolare:

un'altra rosellina sul vestito...


... il decoro sulle scarpette...


... il "bottoncino" dorato per fermare il "cinturino" della scarpetta...


... i fiorellini dipinti uno per uno sul colletto...


... la misura della rosa: meno di 1 cm...


lunedì 9 novembre 2015

Chiacchierino in Azzurro e Ambra

Ed ecco il ritorno di un grande protagonista del mio blog: signore e signoriiii.... Misteeeer Chiacchierino!!!!!

E con questa presentazione in grande stile passiamo subito alla parure realizzata in filato azzurro intenso e cristalli swarovski color ambra.


Vi sembra un abbinamento un po' strano ed azzardato? Scoprirete che non è affatto così!
In fondo, mi sono basata sul fatto che il blu e l'arancione sono colori complementari sulla ruota dei colori quindi scegliendo le giuste tonalità (in questo caso azzurro, intenso come il mare, e cristalli trasparenti color ambra) il risultato che si ottiene è perfetto :-)

Questa volta sono partita dalla collana, anzi dal disegno, perché sapevo già cosa volevo ottenere.



Quindi prima di tutto ho creato il motivo centrale...


... dopodiché sono passata ai quadrifogli laterali con due petali più lunghi e due più corti.

Dopo il passaggio obbligato dell'inamidatura, dovevo unire i vari motivi. Non volevo un semplice anellino creato col filo metallico, ma qualcosa di un po' più elaborato per dare il giusto risalto anche agli swarovski ambrati.


Questi ultimi, infatti, non dovevano essere una semplice unione tra gli elementi al chiacchierino, ma risultare a tutti gli effetti parte integrante del disegno della collana.
Se fate attenzione e osservate bene i dettagli nelle foto noterete che tutti i cristalli sono posti centralmente in un motivo a volute.


Ho creato quest'ultimo con filo metallico sottilissimo ed è composto da due volute sovrapposte che viste frontalmente sembrano un anellino singolo...


... ma viste lateralmente mostrano come gli anellini siano in realtà due.


In pratica, quindi, il disegno della collana è composto da due motivi: quello azzurro al chiacchierino e quello col filo metallico argentato che sostiene il cristallo.

E qui sorge una domanda ovvia: come hai unito tutti gli elementi insieme???
Molto semplice: ho avuto un'idea assolutamente geniale ed altrettanto pazza!!! ahahaha

Ho preso una catenella argentata con anellini microscopici (giusto per darvi un'idea: un anellino è di soli 12 mm cioè 0,12 cm!! Praticamente, ci ho perso la vista per riuscire ad aprirli e richiuderli con dentro il filo del picot e il filo metallico della voluta!!) e li ho separati uno per uno così da poterli usare singolarmente come elemento di unione tra i due diversi motivi (non vi dico cosa ho dovuto fare per riuscire a mantenerli con la punta della pinza! Altro che calma olimpica! Credo che in certi momenti anche un monaco tibetano in meditazione perenne avrebbe perso la pazienza e lanciato tutto per aria con un urlo feroce!!! ahahahaha).

Ecco qui sotto il particolare dell'anellino-ino-ino-ino che congiunge i due elementi.


A questo punto vi chiederete: perché mai hai deciso di fare una cosa del genere invece di usare dei semplici anellini dal diametro più grande?

Semplice: nel mio disegno e nella mia idea della collana non erano previsti, nel senso che dovevano esserci (perché ovviamente tutti gli elementi non rimangono insieme per grazia divina), ma non dovevano notarsi, altrimenti alla fine l'ambra del cristallo si sarebbe perso, "annegato" fra tutto l'argento degli anellini d'unione e delle volute, quindi per la serie "il trucco c'è ma non si vede", anche l'unione c'è ma non si vede ;-)

Per creare un richiamo tra l'azzurro del chiacchierino e l'ambra dei cristalli (ed anche per rendere ancora più prezioso il tutto) ho sistemato un piccolo strass, sempre ambrato, sia sui quadrifogli...


... che sul motivo centrale...


... dove mi sono anche divertita ad inserire un altro swarovski (al centro preciso, preciso ;-)   ) così da indicare il punto esatto di simmetria della collana.

Per il terminale mi sono ispirata ai quadrifogli del bijoux solo che invece di farlo con i petali opposti due lunghi due corti, l'ho realizzato con lo stesso numero di nodi per tutti e quattro i petali e sempre con uno strass ambrato al centro.


In più, ho ripreso il motivo della doppia voluta per unirlo alla catenella, come si vede nel particolare qui sotto.


E cosa succede una volta finita la collana?? Che mi vien voglia di creare un bracciale!


Con chiusura a moschettone...


... ed un terminale uguale a quello della collana, ma con un numero inferiore di nodi nei petali.


E dopo il bracciale?? Ovvio, degli orecchini...


... in modo da ottenere una parure completa ;-)


Che ne dite? Bella, vero? E' semplice ed elegante allo stesso tempo.
Ora vi saluto perché un cappellino guarda impaziente l'orologio aspettando la sua decorazione ;-)

martedì 20 ottobre 2015

Scatolina in Rosa

Uhmmm... vediamo un po'... ho ancora colla da qualche parte? mmmm... sembra di no... ufff un foglio s'è appiccicato al mignolo! Mi sa che non avevo tolto proprio tutta tutta la colla... mannaggia!!! Fra un po' mi spunterà fuori pure dalle orecchie!!! ahahahah Però sapete com'è, ero rimasta un parecchio ferma con i lavori e ora devo recuperare, è il momento dell'inamidatura e se non faccio attenzione mi ritroverò a portarmi appresso un tavolo appiccicato alle mani!! E non mi sembra una cosa molto comoda, soprattutto quando si deve passare da porte strette o entrare in macchina ;-)

Oggi vi farò vedere una cosuccia particolare, è uno dei regali che ho preparato per il compleanno di mia sorella. A proposito, anche se con qualche giorno di ritardo... AUGURI ANTONELLAAAAAA!!!!!!!!! :D

E ora passiamo al regalo: queste che sto per mostrarvi sono le uniche foto esistenti di questo capolavoro (la mia modestia lascia senza parole persino me ;-P   ) su gentile concessione della proprietaria.


Dato che la prima scatolina era piaciuta tantissimo alla suddetta proprietaria alias mia sorella, ho pensato di farne un'altra e regalargliela (riflettendoci potrei fare una piccola collezione, magari la prossima potrei farla gialla, perché no? In fondo il limite per ogni cosa è semplicemente la nostra fantasia, no?).

Per questa ho usato un filato rosa a tinta unita e ho creato una forma ovale.


La mia idea era di ottenere un piccolo scrigno con il coperchio che si potesse aprire e chiudere, proprio come una vera scatolina preziosa.




Un giro finale di punto gambero completa sia la base che il coperchio.


Credetemi, la parte peggiore di tutto il lavoro è stato proprio il punto gambero, non perché sia un punto difficile, proprio no, ma perché ho usato un filo per ricamo metallizzato color oro. Veramente un'impresa titanica lavorarlo con l'uncinetto!! E' un filo che uso pochissimo proprio a causa delle difficoltà di lavorazione (e questo la dice lunga su quanto ci tenga a fare un buon lavoro), ma una volta finito si ottiene davvero un bell'effetto.

Ovviamente uno scrigno che si rispetti deve avere anche una bella serratura quindi ecco qui: una chiusura tutta in "oro" con una "pietra" incastonata nel centro che si abbina al colore del filo.


Una volta creata la scatolina e la chiusura mancava ancora un particolare, ma in questo caso sapevo già cosa dovesse essere: una bella rosa.

Assodato questo... bum... lì mi sono bloccata, perché ok la rosa, ma non sapevo ancora di che materiale farla quindi prima è toccato ad una mini-rosellina all'uncinetto che mi è venuta veramente carinissima, un amore di miniatura all'uncinetto che stava davvero bene sulla scatolina solo che volevo qualcosa di un po' più lucido e soprattutto con un filo di oro sul bordo delle foglioline, maaaaa... NOOOO!!!!!

Ora, va bene ottenere un bellissimo effetto "oro vero", ma essere masochisti fino a questo punto non è di sicuro da me e dato che così mi sarebbe toccato lavorare ancora col filo metallizzato... NO, NO, NO e ancora NOOO!!!!

Si passa la piano B: la pasta di mais. Messa da parte la rosellina all'uncinetto che, ovviamente, ho tenuto (era troppo bella e la userò sicuramente per un altro progettino che ho già in mente) ho creato un'altra rosellina con i petali di varie sfumature di rosa: più scuro al centro, leggermente più chiaro nel giro intermedio e, infine, molto più chiaro nell'ultimo giro.


Per questa rosa ho dovuto far ricorso a tutta la mia pazienza perché prima ho dovuto far asciugare il fiore da solo dato che era troppo piccolo per aggiungere anche le foglie mentre era ancora umido (continuando a maneggiarlo mi sarei ritrovata con una pizzetta di pasta di mais altro che rosellina tanto carina), poi, finalmente asciutto il fiore, ho preparato i sepali (quei piccoli triangolini di verde chiaro che circondano la rosa)...


... e le due foglioline.


Lavoro finito? Solo nei miei sogni! ahahaha
Aspetta ancora che si asciughino le foglie, poi passa la vernice lucida e, indovinate, aspetta ancora e infine tocca ai glitter dorati sul bordo sottilissimo delle foglioline.

Dopo aver grattato il fondo del classico barile alla ricerca dell'ultimo residuo di pazienza... SI!!!! Finalmente è tutto asciutto e posso sistemare la rosellina sul coperchio!! Però, caspita! ne è valsa proprio la pena di fare tanta fatica e dare fondo a tutta la mia pazienza!! ahahaha

Mia sorella è stata supercontenta e io sono soddisfattissima del risultato. E voi, che ne dite? Su ragazzi, non vi mangio di sicuro, anzi, mi farebbe molto piacere qualche vostro commento, quindi su, non siate pigri e mettete mano alla tastiera :-)

Intanto passiamo a qualche misura:

- larghezza scatolina: 5 cm


- altezza scatolina: 3,2 cm (4,2 cm includendo anche la rosellina)


- larghezza rosellina con foglioline: 2,1 cm


- larghezza rosellina: 0,8 cm


Al prossimo post, un saluto dalla vostra Mara, ciao!! :D

sabato 10 ottobre 2015

Un Capriccio in Bianco e Lilla

Ciao ragazze e ragazzi :D

In questi giorni non mi sono fatta sentire... ops... "leggere" è un verbo più appropriato :-)   ma sono giustificata dal fatto che sono stata tagliuzzata e ricucita e sinceramente lavorare con i punti è davvero fastidioso quindi non sono riuscita a combinare granché.

Inoltre dovevo anche provvedere al regalo per mia sorella che giusto domani diventerà di un anno più vecch... ehmmm volevo dire... festeggerà il compleanno e diventerà più saggia e matura... coff coff... scusate... coff... ma a volte ci si affoga a forza di "sghignazzare"... ;-P

Già immagino la faccia che farà quando vedrà il mio regalo :D   però per il momento non posso svelare di più, altrimenti quella furba capirebbe tutto rovinandomi la sorpresa!

In tutto questo però sono riuscita a sistemare le foto di un vero "piccolo capriccio"  che mi sono divertita tanto a creare: un cappellino carinissimo con un "pompon" di organza che ruba la scena alla lavorazione all'uncinetto.


Ovviamente, prima di tutto mi serviva la struttura e cioè... il cappello, perciò diamoci da fare con filo ed uncinetto.


Solitamente per i lavori all'uncinetto, a meno che non abbia già un'idea precisa di quello che voglio ottenere, preferisco utilizzare un filato bianco perché poi posso decorarlo come più mi piace senza dovermi preoccupare di ricercare un abbinamento preciso con il colore di base.


Durante la fase dell'inamidatura ho pensato che un po' di movimento non ci sarebbe stato affatto male e ho alzato un lato della tesa e, già lì, il mio cervello ha iniziato ad immaginare varie soluzioni. Scartate quelle che non mi convincevano o perché troppo semplici o, al contrario, troppo complicate, sono arrivata ad una conclusione: volevo una decorazione in lilla... ebbene si, dopo tanto rimuginare ero riuscita a decidere almeno il colore!!! ahahaha

Poi è stato tutto più semplice perché il lilla e il bianco creano un insieme molto delicato e iniziavo ad avere un'idea più precisa di quello che volevo. Intanto avrei passato il nastrino nel lavoro in modo da ottenere delle ondine (che avrebbero ripreso quelle del profilo esterno) da alternare con piccoli strass.



Man mano il lavoro procedeva, ora dovevo pensare alla tesa: un fiore ci sarebbe stato bene, ma non ero convinta dato che in raso era già il nastrino che passava alla base... e lì mi è venuto in mente un "pompon" di organza lilla, in tinta col nastro, abbinato a dell'argento, e così ecco formato un bel fiore "pomponoso" (neologismo della lingua italiana appena coniato dalla sottoscritta ;-)   ) che avrebbe regalato carattere al cappellino.



Il lilla e l'argento è una delle mie coppie preferite quindi una volta formato il pompon ho sistemato gli strass argentati (fidatevi sulla parola: quando vengono colpiti dalla luce "sbrilluccicano" quasi come i diamanti... ho detto "quasi" eh! ;-)   ).

Inizialmente ero indecisa tra argento e oro chiaro, poi ho optato per l'argento perché mi sembrava che l'oro creasse troppo contrasto e attirasse troppo l'attenzione, mentre io volevo una cosa più delicata.

Quando finalmente l'ho finito e l'ho "mirato e rimirato" mi è sembrato uno di quei cappelli di una volta, grande così, tutto decorato che non faceva passare di sicuro inosservata una donna!


Mi sembra davvero un piccolo capriccio che potrebbe essere usato come bomboniera, magari non proprio tradizionale, ma di sicuro bella e delicata oppure come un particolarissimo oggetto da collezione...

Ora un po' di misure...

- Larghezza totale: 6,6 cm


- Altezza "cupoletta": 1,8 cm


- Larghezza "cupoletta": 2,8 cm


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...