venerdì 24 aprile 2015

Chiacchierino in Verde e Oro

Ehi ragazzi, mi sa che state battendo un po' la fiacca, che fine avete fatto?
Forza su, datevi da fare, lasciate qualche commento, battete un colpo, fate dei segnali di fumo... insomma, qualsiasi cosa faccia notare la vostra presenza, su su, altrimenti mi sembrerà di tenere un monologo!! ;-)

Abracadabra, simsalabim, cosa apparirà oggi dal cilindro di Mara?
Ecco a voi, signore e signori... un bracciale!!

Volendo potete anche applaudire, non mi offendo mica eh! ;-P


Ok, ho capito, basta con le magie e le apparizioni e torniamo alle cose serie, sappiate però, che siete proprio dei tipi "quadrati" (tanto per rimanere in tema con il post di oggi...)
Ehhh? Cosa dite? Che siete solo impazienti di vedere il mio lavoro?! mmm... va be' va, per stavolta fingerò di credervi, vi siete salvati in calcio d'angolo a 90° già scaduto ;-P

Ordunque, il bracciale è al chiacchierino e, come avrete sicuramente notato, si abbina perfettamente alla parure che vi ho già mostrato... ma siete veramente curiosi!!! Se mi date un attimo vi svelerò l'arcano mistero del doppio bracciale ;-)


Dopo aver creato gli orecchini sono passata al bracciale.
Dovevo sfruttare il modulo base di forma quadrata (detto tra noi, questo tipo di modulo è davvero versatile perché posso usarlo in varie combinazioni) quindi ho iniziato a disegnare.
Dopo varie prove di combinazioni ho trovato quella che mi piaceva più delle altre e che prevedeva l'unione dei quadrati lungo i lati invece che dagli angoli...


... e la sistemazione delle rocailles sui picot centrali dell'unione ottenendo un piccolo quadrifoglio di perline molto carino.



Si veniva a creare un bel bracciale dalla linea semplice, geometrica ed elegantissima.
Poi ho creato il terminale della catenella con un cristallo di un bel verde (che si abbina veramente bene alle sfumature verdi del filato), trasparente e sfaccettato, dalla superficie appena iridescente...


... e ho sistemato il moschettone...


Il bracciale è davvero bello (non vi dico quanto tempo ho impiegato per applicare una ad una le rocailles  alla base di ogni trifoglio!!) e una volta finito sono stata proprio soddisfatta del lavoro solo cheeee... sono troppo pignola ed esigente, troppo attenta ai particolari uffff!!!! Il profilo lineare (secondo la mia parte pignola e rompiscatole) non si adattava benissimo agli orecchini per via del diverso sistema d'unione dei moduli (negli orecchini dagli angoli tramite un cristallo e due perline dorate mentre nel bracciale lungo i lati usando solo le rocailles e, quindi, senza i cristalli) perciò ho deciso di lasciarlo... "single" ahahaha e di crearne un altro che legasse meglio con gli orecchini (cioè questo).

Comunque "il doppio lavoro porta doppia soddisfazione" disse il saggio, anzi la saggia, che sarei io, ed evitate commenti di qualsiasi genere, per favore!!  ;-)
Infatti il bracciale è bello e molto elegante e può essere abbinato a qualunque tipo di abbigliamento donando luminosità e un tocco di eleganza che non guastano mai.

mercoledì 22 aprile 2015

Sfumature rosa e nere per Chiacchierino e Pasta di Mais

Ciao ragazzi, è da qualche giorno che non ci sentiamo, come vanno le cose? Qualcosa degno di nota da raccontare? Nooo?! Niente di niente?!?!?! Nemmeno una piccola vincita al "gratta e vinci"??? Lo so, lo so, che sto vaneggiando!! ahahaha

Ok, allora passiamo subito a questo paio di orecchini dove ho usato due materiali diversi e, ovviamente, due tecniche differenti: il filo per la parte superiore al chiacchierino e la pasta di mais per il pendente della parte inferiore (be', per forza ho dovuto usare il filo per la parte al chiacchierino, ve lo immaginate lavorare con la navetta un filo di pasta di mais???? Sarebbe veramente un'impresa da guinness dei primati!!! ahahaha).


La parte superiore ha un profilo curvo con una serie di anellini sul lato esterno e una perlina grigio antracite su ogni picot (che sono proprio tanti! ;-)  )...


... e per completare il tutto ho aggiunto due piccoli strass neri alla base degli anellini principali.


Bene... e ora?? Così mi sembra troppo semplice...

Ero partita dal semplice schizzo del lavoro al chiacchierino per un bracciale, una volta raggiunto il disegno finale avevo estratto un particolare per farne un orecchino che avrebbe accompagnato il bracciale.
Una volta trovato lo schema giusto sono passata ai colori.

Volevo qualcosa di carino e romantico, ma non eccessivamente "zuccheroso" (mica posso rischiare di farmi e farvi venire il diabete, no? ;-)  ), così ho scelto un filo rosa scuro tendente leggermente al lilla e l'ho unito al grigio antracite scuro e lucido delle rocailles.
Ora è completo, maaaaa...voglio qualcosa in "più", qualcosa che lo renda unico e particolare...... mmmm...... dai Mara spremiti per bene le meningi, daiii.... trovato!!!

La pasta di mais!!

Ho creato tre sfoglie in pasta di mais riprendendo gli stessi colori del lavoro al chiacchierino, ma di qualche tono più scuro, quindi nero per il grigio, un rosa quasi magenta per il rosa scuro del filo e un leggerissimo tocco di bianco che sta sempre bene con il rosa e il nero.
Dopodiché le ho lavorate insieme velocemente (per non fondere completamente insieme i colori) ottenendo così un'unica sfoglia con diverse sfumature dei tre colori.
Una volta ottenuta la sfoglia sfumata ho formato due palline cicciotelle e le ho allungate su un lato fino ad ottenere due gocce, identiche nella forma e nella misura, ma praticamente uniche nelle sfumature (ho provveduto anche al buchino nella punta superiore altrimenti, poi, come le avrei agganciate al chiacchierino???).
Ho aspettato con pazienza (si fa per dire ;-P  ) l'asciugatura e le ho decorate con i glitter color magenta seguendo la sfumatura rosa principale.



Ora rimaneva semplicemente da agganciare il tutto alla monachella e... orecchini finiti.



Il bello di tutto è che ero partita dall'idea di un bracciale e mi sono ritrovata con degli orecchini!!! ahahaha
Però sono belli, no? :D

martedì 14 aprile 2015

Sfumature Verdi e Chiacchierino 3 - Parure al gran completo ;D

Buongiorno!! :D

Dovreste saperlo ormai, quando inizio qualcosa al chiacchierino è praticamente impossibile che io mi fermi solo agli orecchini o al bracciale e infatti... ecco la collana che trasforma il duo orecchini-bracciale in un trio orecchini-bracciale-collana.


Ragazzi, questa volta sono stata proprio brava (mi sa che la modestia non so nemmeno dove sia di casa!! ahahaha).
Dai, passiamo subito alla descrizione.

Dovevo usare lo stesso modulo quadrato di bracciale ed orecchini, ma non volevo una cosa simmetrica e monotona e poi dovevo creare un profilo curvo per seguire la linea curva del collo, quindi pensa che ti ripensa, ecco l'idea.
Realizzare la parte centrale con moduli di grandezza decrescente e poi comporre il resto della collana con catenelle dorate e cristalli verdi... vi siete persi nella spiegazione??? Ok, ora vi faccio vedere le foto così sarà tutto più chiaro ;-)


Un girotondo quadrato di trifogli ed archetti al chiacchierino crea il modulo centrale (questo tipo di lavoro mi piace molto perché è versatile, si possono creare varie composizioni grazie a unioni sempre diverse), più grande, con una perlina dorata alla base di ogni trifoglio in modo da esaltare anche il quadratino al centro formato dagli archetti...


... ho eseguito altri due quadrati più piccoli...


... e poi altri due, ancora più piccoli.


E ora passiamo ai dettagli.

Come vedete, tutti i moduli sono legati tra loro da un cristallo verde e due perline dorate (queste ultime servivano per proseguire e completare il profilo di rocailles che avevo  creato su tutti i quadrati posizionando una perlina su ogni picot)...


... e da segmenti di catenella dorata: quelli superiori più corti di quelli inferiori, così da assecondare la curvatura del lavoro (non vi dico che impresa contare quegli anellini microscopicissimi, mi sarebbe stato utilissimo un microscopio elettronico a scansione!! per non parlare di quando ho dovuto attaccarli ai picot!!!! In quei momenti mi serviva davvero tutta la pazienza dei Santi e una calma olimpica per non buttare tutto all'aria!!!! ahahahah), ma alla fine ce l'ho fatta! :D


Una volta finita tutta la parte principale della collana sono passata alle parte laterali:
ho fatto partire quattro segmenti di catenella dal lavoro al chiacchierino per farli confluire tutti su un cristallo...


... dopodiché ho creato il resto della collana con catenelle alternate a cristalli.


Avete notato la "chicca"? Ogni cristallo è accompagnato da due perline dorate, per riprendere il sistema d'unione di tutta la parure.


E via così fino al moschettone...


... alla catenella per regolare la lunghezza e il terminale composto da tre cristalli verdi alternati a rocailles, indovinate un po', dorate ;-)


E ora il gruppo al gran completo!
Come sempre li ho indicati con le lettere:

A) Orecchini
B) Bracciale
C) Collana


Che dite? Veramente bella, no? :D

Scusate il post chilometrico, ma sono ultrasoddisfatta del mio lavoro e gongolo tutta!!! :-))))

Non siate timidi, potete anche asciare qualche commento eh!! ;-)

domenica 12 aprile 2015

Sfumature Verdi e Chiacchierino 2 - Il Ritorno ;-)

Buon pomeriggio e buona domenica :D

Che combinate di bello dal quelle parti? Mi raccomando, se avete deciso di darvi al fai da te fate attenzione a quello che mettete in pratica.

Se, per esempio, dovete appendere un quadretto microscopico, evitate di fare il buco nel muro per il chiodino con una punta di trapano lunga 30 cm buona solo per forare il cemento armato!!! Prendete un semplice martello e un chiodo di lunghezza normale, eviterete così di trovarvi improvvisamente nel salotto del vostro vicino e, soprattutto, eviterete la sua denuncia e il successivo pagamento dei danni ;-)

E dopo questo piccolo suggerimento (che consiglio vivamente di seguire a meno che non vogliate essere inseguiti da un vicino inferocito!!) passo al lavoro di oggi.

Secondo voi, dopo aver fatto gli orecchini in verde che mi piacciono tanto, potevo fermarmi e non fare altro? Assolutamente no!!
E infatti, ecco qui sotto un bracciale che si abbina perfettamente agli orecchini che vi ho già mostrato.


Il protagonista assoluto è l'abbinamento tra le sfumature del verde e l'oro delle perline e delle catenelle.

I moduli al chiacchierino questa volta sono tre:


... quello centrale più grande con una rocaille dorata alla base di ogni trifoglio, in modo da sottolineare anche il piccolo quadrato che si forma la centro con la presenza degli archetti...



... e i due laterali, più piccoli, ma sempre in proporzione con il più grande.


Ovviamente, dato che si tratta di una parure, per unire i moduli ho ripreso lo stesso sistema che ho usato per gli orecchini: un bel cristallo verde, trasparente e sfaccettato, racchiuso tra due rocailles.


Inoltre, ho aggiunto dei piccoli segmenti di catenella dorata, molto sottile, per dare quel "tocco in più" che fa la differenza, ma anche per avere altri punti di unione fra i quadrati al chiacchierino (non si sa mai, metti che la ragazza che lo indossa si ritrova coinvolta in un combattimento di arti marziali stile "La Tigre e il Dragone"? Che fa, si deve preoccupare che il bracciale si possa rompere?? Giammai!!! ;-)  )


Dopodiché sono passata alla chiusura sistemando da un lato il moschettone...



... e dall'altro una catenella con anelli più grandi rispetto a quelli della catenella usata tra i moduli, alla quale ho agganciato un terminale composto da un altro cristallo verde.


Che ne dite? Bello, no?

venerdì 10 aprile 2015

Sfumature Verdi e Chiacchierino

Finalmente il soleeee!!! :DD

E anche oggi sono qui con voi :-)

Dai che forse sto tornando alla normalità, se di normalità si può parlare nel mio caso ;-)

Prima di qualsiasi altra cosa, voglio ringraziare tutti voi lettori così come anche i visitatori "di passaggio" perché quando sono entrata sul blog per scrivere questo post mi sono accorta di aver superato alla grande le 10.000 visiteeee!!!!! :D

Quindi GRAZIE a tutti i miei lettori!!!! :DD

Ed ora riprendiamo a lavorare, almeno io, visto che voi state tutti belli comodi in poltrona a leggermi ;-) (spero!!!).

In questa bella giornata torno al chiacchierino per farvi vedere questi orecchini.


Il filo è di un bel verde sfumato, infatti si va dal bianco al verde scuro (difficile non notarlo, no? ;-)  ).


L'ho abbinato all'oro delle rocailles perché la coppia verde-oro mi piace molto, in più il tutto diventa molto più luminoso rispetto alla coppia verde-argento.
La base è il quadrato della parte inferiore  composto da 4 trifogli (tre anellini in successione) legati fra loro da altrettanti archetti.


Su ogni picot ho inserito una sola perlina perchè tre sinceramente mi sembravano un po' eccessive, ci sarebbe stata una profusione di oro che avrebbe coperto il verde del filo, vero protagonista del lavoro.

Certo però che siete proprio bravi! Avete riconosciuto subito la provenienza del "quadrato", esattamente quello che ho realizzato nel post "Chiacchierino: inserire le perline sui picot (lezione 8)".

Mentre finivo il primo quadrato ho pensato che lo volevo più "pendente"... no! non come la Torre di Pisa!! Semplicemente un po' più lungo così avrebbe avuto più gioco per muoversi, si sarebbe notato di più e avrebbe attirato ancora più attenzione!! ;-)

Detto fatto, anzi, pensato e fatto. Ho creato un quadrato più piccolo...


... sempre rispettando le proporzioni, però, con quello di base, e l'ho unito a quest'ultimo con un bel cristallo verde dalla superficie leggermente iridescente racchiuso tra due perline dorate.


Una volta finito ho applicato una rocaille alla base di ogni trifoglio del quadrato più grande, ho sistemato un altro cristallo tra due perline subito sotto la monachella e...


... orecchino finito! :-)

E' venuto leggermente lungo rispetto ai miei standard (mentre lavoravo non ho pensato al "piiiiccolo" particolare della lunghezza ;-P  ), infatti è quasi 9 cm (senza contare la monachella), però fa veramente una bella figura una volta indossato! :-)

mercoledì 8 aprile 2015

Perle, Cristalli e... Bracciale ;-)

Ciao ragazzi!! :D

Scusate l'assenza, ma tra il cambio d'orario che mi ha trasformata in una zombie (credetemi, la mattina appena alzata, mi aggiravo per casa continuando a sbadigliare senza connettere granché e lo so che state pensando che già normalmente non connetto molto bene, ma evitate di fare commenti perché ricordate: posso scoprire dove abitate e poi sarà "vendetta, tremenda vendetta!!!" tse!! ;-P  ) e la Pasqua che si avvicinava reclamando attenzione a più non posso, non sono riuscita a trovare nemmeno cinque secondi per scrivere due righe decenti... però sono almeno riuscita a farvi gli auguri il giorno di Pasqua!!!!

Ammettetelo almeno con la vostra coscienza: sono stata bravissima e vi sono mancata tantissimo!!! ;-)

Ho capito, ho capito, basta mugugnare, passo direttamente alla descrizione del lavoro ufff!!!!


Ecco qui, il bracciale che fa coppia con gli orecchini che vi ho mostrato in un post precedente.


Il punto focale è composto dalle due perle che ho posizionato al centro del bracciale, leggermente sfalsate tra loro.


Tutta la struttura del bijoux riprende quella degli orecchini (ovvio, altrimenti che parure sarebbe? ;-)   ).


Ho sistemato le perle (racchiuse tra coppette dorate), una lilla sferica e una ovale in vetro satinato color prugna con macchioline bianco opaco, su due catenelle sottili dorate (per la serie: ad ognuno il suo,) dopodiché le ho "accompagnate" con i cristalli rosa, uno su ogni lato delle perle, per un totale di quattro cristalli.


Non vi dico la fatica che ho fatto per contare gli anellini microscopici della catenella, in modo da ottenere la misura giusta e, soprattutto, uguale per entrambe!

Eh si, perché all'inizio ho preso la misura in centimetri con il righello, ma quando poi sono andata per montare il tutto mi sono accorta che qualcosa non andava tanto bene: una perla si spostava troppo a sinistra, l'altra troppo a destra, un segmento di catenella era un po' più lungo, l'altro mi si accorciava improvvisamente... insomma, ho dovuto contare anellino per anellino e montare ogni singolo pezzo controllando ogni volta che il numero degli anelli fosse giusto.

Considerando che il diametro di quei fetent... ehmmm... volevo diiiire... di quei "graziosissimi" anellini era di solo 1,5 mm molto scarso, vi lascio immaginare la fatica e, soprattutto, il nervoso che mi veniva quando una volta arrivata alla fine del conteggio splufff mi scivolava dalle dita la catenella... "NOOOOOOO!!!!!! Mi tocca ricominciare daccapooooo!!!!!" GRRRRRRR!!!!!!!!!!
"Ma chi la dura la vince" e io, che sono notoriamente pazientissima (non so perché tutti dicano il contrario mahhhh... ), l'ho avuta vinta :-)
Una volta finito di litigare con le catenelle, ho unito i due cristalli laterali.

Mi piacciono veramente tanto per il colore particolare che hanno, un violetto "fumo", con la superficie appena iridescente che manda riflessi violetti, azzurri, verdi, oro.

Ecco qui sotto diverse foto, proprio per rendere meglio i riflessi...





Ho creato il terminale della catenella (con anelli più larghi e la superficie lavorata) con un altro cristallo violetto e ho agganciato il tutto al bracciale e, una volta unito anche il moschettone...


... ho davvero finito. E con grande soddisfazione!!
"Tse, te l'avevo detto che ti avrei montato. Con le buone o con le cattive.", quando si dice: "le piccole gioie della vita" ahahahaa

Ora devo passare alla collana e sto già sudando freddo al solo pensiero di quanti anellini mi toccherà contare!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...