sabato 6 giugno 2015

Chiacchierino... marino!! :D

Ce l'ho fatta!! Ce l'ho fatta!!!! Nonostante le dita appiccicate dalla pasta di mais, sono riuscita a sistemare le foto e a preparare il post!!! :D

La mia amica Rossella, a proposito le lascio un bel saluto: "Ciao Rossyyy!!" :D (mica solo i cosiddetti "famosi" possono salutare gli amici in diretta TV, noooo??? ;-)   ), dicevo, la mia amica Rossella sarà proprio contenta di leggere questo post perché parlerò del ciondolo che le ho regalato per il compleanno (ancora auguri Rossy!! :D   )... eh no ragazzi! la sua età non ve la dico, dovreste saperlo che non si chiede mai l'età ad una signora, no!!!! ;-P


Il ciondolo è, come sempre, al chiacchierino e quando ho iniziato a buttare giù lo schizzo ho pensato che volevo qualcosa di estivo perché ormai la bella stagione iniziava a farsi notare e cosa c'è di più estivo del mare?? Così ho scelto un filato di una bella tonalità di azzurro intenso, ma mi serviva qualcosa che ricordasse ancora di più il mare...

Be' il mare, si sa, è pieno di onde e quindi ho sovrapposto un po' di anelli di grandezze diverse sfruttando la tecnica del chiacchierino Ankars creando così l'effetto "onde" nella parte inferiore del ciondolo, ma non era ancora sufficiente.

In fondo il mare oltre ad essere pieno di onde ha anche varie sfumature di blu ed azzurro fino al bianco della spuma... "E quindi?" chiederete voi.
Quindi, rispondo io, ho unito al filato a tinta unita anche un filo sfumato dal bianco fino all'azzurro scuro ottenendo davvero un bell'effetto "marino" ;-)

Ed ecco qui i dettagli:

- il trifoglio della parte superiore composto solo dal filo sfumato e sottolineato dalla presenza di strass (un tocco "sbrilluccicante" ci sta sempre bene ;-)   ), quello centrale azzurro e quelli esterni color argento (per riprendere i colori del filo);



- la parte inferiore composta da quattro anelli sovrapposti e realizzata usando due fili: quello sfumato (già usato per il trifoglio) e quello a tinta unita (che ho unito al lavoro quando ho iniziato l'archetto che parte dalla base del trifoglio).


Ovviamente non poteva mancare il tocco "prezioso" ottenuto utilizzando delle rocailles dall' "anima" argentata.

Prima di tutto ho sistemato due file di perline tra le onde, dopodiché sono passata a creare il cuore del ciondolo: un cristallo trasparente, sempre azzurro, circondato da un giro di rocailles, applicato (dopo l'inamidatura) alla base degli anellini Ankars.


Che ne dite? Bello, no? A me piace tanto, soprattutto perché sono riuscita ad ottenere proprio l'effetto marino che cercavo, in più è adattissimo alla mia amica Rossella che, tra l'altro, quando ha aperto la scatolina oltre a fare gli occhi a "cuoricini" ahahahah mi ha confessato che stava proprio cercando qualcosa di azzurro già da un bel po' di tempo, ma senza troppo successo... be' meglio di così!! In un colpo solo ho soddisfatto la mia voglia di un bijoux marino e completato la sua ricerca... azzurra!!! :D

Buon fine settimana, ciao ragazzi!! :D

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...