venerdì 19 giugno 2015

Un Cappellino per proteggersi dal Sole? ;-)

Buon pomeriggio!! :D

Tutto bene dalle vostre parti? Spero proprio di si!! :-)

Ragazzi ormai l'estate è arrivata, magari non in tutta Italia, ma qui in Puglia è decisamente arrivata e cosa c'è di meglio per proteggersi dal sole a picco di un bel cappellino? Be' certo, dovreste avere una testa davvero molto, ma molto piccola (eh si, perché il trucco c'è, ma non si vede... continuate a leggere e lo scoprirete!), ma volete mettere la bella figura che fareste indossando questo delizioso cappellino al chiacchierino?? ;-)


Su che ora ve lo descrivo per bene.

E' un cappellino realizzato al chiacchierino con navetta in un filato "solare".
Ormai lo sapete, il filo con sfumature gialle è uno dei miei preferiti, basta un tocco di giallo, colore caldo e luminoso, perché anche in inverno si pensi subito all'estate.

Inoltre, era già da un po' che volevo fare qualcosa "in giallo" e rimugina di qua e strizza le meningi di là, mi è venuto in mente un cappellino, solo che invece di farlo all'uncinetto (li ho già fatti e ve li ho anche mostrati, se non ve li ricordate potete cliccare qui e qui) ho pensato al chiacchierino, ed ecco qui il frutto delle mie fatiche ;-)


Il cappellino inizia con un fiore centrale a cinque petali e si sviluppa successivamente in giri concentrici (ovviamente!!!) che formano il resto della "cupoletta" e la tesa.


Una volta finito sono passata all'inamidatura che ho accelerato col phon (aspettare non è decisamente il mio forte!! ahahaha) dopodiché toccava alla decorazione.

Avevo già deciso che avrei usato un nastrino bianco (uno giallo non si sarebbe notato affatto e avrebbe reso il tutto troppo monocromatico, mentre un altro colore, per esempio rosso o arancione, avrebbe creato troppo contrasto e il risultato finale non sarebbe stato delicato come quello che si sarebbe ottenuto usando il bianco) per formare un classico fiocchetto su un lato del cappellino.

Qui sotto la "vista posteriore" del cappellino ed il particolare del nastrino inserito nel lavoro al chiacchierino.



Ovviamente però, non potevo lasciare il fiocchetto e basta, mancava il tocco particolare, il tocco in più che fa la differenza, mancava il tocco... "Mara" :-) e così, invece di mettere solo delle perline al centro del fiocco o una rosellina di raso già pronta ho pensato bene di creare io una rosellina in pasta di mais, per la serie: "Tu dai proprio i numeri! Oltre al cappellino, preparare pure una mini-rosellina in pasta di mais!?!?!?"

Ebbene si!!! Mi piace creare cose belle e anche se devo faticare un bel po', cerco sempre di realizzare l'idea che mi viene in mente, quindi... rosellina in pasta di mais sia!!

Il vantaggio della pasta di mais rispetto ai materiali già pronti sta nel fatto che si può ottenere sia il colore che si desidera che la dimensione più adatta al proprio lavoro: è bastato, infatti, che aggiungessi i colori ad una pallina di pasta di mais perché ottenessi la tonalità di giallo che meglio si abbinava alle sfumature gialle e bianche del filato.
Infine, petalino dopo petalino, ho creato la minirosa alla quale ho poi unito due foglioline color verde oliva chiaro (la rosellina misura appena 1 cm, con le foglie si arriva ad uno stratosferico 1,5 cm, figuratevi che il cuore del fiore non arriva ai 4,5 mm) e dato che un leggero tocco "sbrilluccicante", per rendere il tutto ancora più luminoso e prezioso, non può mancare, ho applicato dei glitter dorati sul bordo sottilissimo delle foglioline.


Forse, parlando delle misure della rosellina avrete già iniziato a capire il trucco cui accennavo poco fa... bravi!!! Si tratta proprio di una miniatura!!!

Ed ecco, infatti, le misure:

- altezza "cupoletta": 1,5 cm;


- larghezza "cupoletta": 2,5 cm;


- larghezza tesa: 5 cm compresi i pippiolini.


Che ne dite? Non è proprio bellissimo??? A me piace veramente tantoooo!!!!

8 commenti:

  1. Oddio ma é proprio mignon!!! :) Stupendo!!!

    RispondiElimina
  2. ahahaha si, si, è proprio mignon, mi sa che se ti serve per proteggerti dal sole dovrai rimpicciolirti un "tantino".... :D
    Grazie per i complimenti!!!! :D

    RispondiElimina
  3. Con un po' d'impegno, secondo me, potresti realizzare l'intera bambolina adatta al copricapo... Che idea, eh?! 8-)
    Sempre io...
    Ciao Mara!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si, infatti, sei sempre tu!!!! Le solite idee strampalate!!!! ahahaha
      Comunque ci avevo già pensato e penso che prima o poi realizzerò una bambolina mignon adatta al cappellino... sempre se non mi sarò sciolta prima per il caldo!! :DD
      Ciaoooo :)

      Elimina
  4. è possibile avere lo schema

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno :) no, mi spiace, non pubblico gli schemi delle mie creazioni, anche perché molto spesso derivano da un'idea che ho avuto sul momento, ciaooo!! :D

      Elimina
  5. ah ok volevo solo chiederti ma la forma del cappellino si crea da sola man mano ke si fanno gli archi o la si deve creare prima di inamidare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :)
      L'inamidatura serve semplicemente a mantenere la forma del cappellino, ma è durante la lavorazione che bisogna crearla. L'inamidatura serve a poco se l'oggetto non ha già in partenza una sua forma definita.
      Spero di esserti stata utile, ciao :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...