domenica 17 agosto 2014

Chiacchierino e...Cestini ;-)

Ciao a tutti!!! :-D
Com’è andato il Ferragosto? Tutto bene? Vi siete divertiti alla grande?? Bene!!! :-D

Lo so, lo so, non ricominciate con le lamentele, vi ho lasciato a secco di post e creazioni, ma cercate di comprendere: qui a Brindisi siamo arrivati a 40° e 60% di umidità, praticamente una fornace paragonabile alla Foresta Amazzonica!! Secondo voi, sarei mai potuta rimanere davanti al pc senza rischiare un abbrustolimento totale, mio e del computer???? Ovviamente no, perciòòòò...niente post!! ;-)

Nel frattempo, nonostante il caldo assassino, sono riuscita a finire il famoso centrino al chiacchierino (se non ricordate come si esegue basta cliccare qui, troverete le lezioni per lavorare questo bellissimo pizzo) che avevo iniziato giusto per portare avanti un lavoro diverso.


Come dite?? Vi sembra un po’ strano?!?!?!
Bravi!! Avete occhio!! In effetti, non è un centrino, ma…un cestino!!!




Eh si, ho sempre qualcuna delle mie idee geniali!! ;-)))

Una volta terminato il centrino (la cui lavorazione, detto per inciso, non è stata esageratamente complicata quanto più che altro lunga, soprattutto per l’ultimo giro), ho pensato che lasciarlo così sarebbe stato un semplice centrino, elegante certo, che avrebbe impreziosito un angolino particolare, sicuro, ma sempre e comunque un centrino sarebbe rimasto…e allora perché non trasformarlo in qualcosa di unico?? In un bellissimo oggetto con una propria personalità???

Detto fatto!!


Penso subito all’inamidatura, che doveva essere un po’ più “corposa” di quella che uso solitamente per i bijoux, e qui, detto tra noi, ammetto di essermi preoccupata un po’ perché non avevo mai inamidato un oggetto così grande (diametro maggiore: 30 cm; diametro minore: 24 cm; altezza: 8 cm)…e se si fosse afflosciato sotto il suo stesso peso? Avrei rovinato tutto il lavoro!! Pazienza, l’avrei usato come sottovaso…ahahahah




Ma fortunatamente non si è avverata nessuna predizione catastrofica e il cestino porta-bonbon o porta-“quello che volete” è in piedi in tutto il suo splendore e ve lo mostro orgogliosissima.

Vedete? E' proprio tridimensionale, con la stoffa dentro è più facile da notare (purtroppo non avevo cioccolatini e dolcetti vari per riempirlo....peccato!! ahahahah)



Considerato che già così è molto bello e fa il suo figurone, ho pensato che fosse inutile aggiungere ulteriori decorazioni, quindi ho applicato semplicemente una piccola perla rosa al centro di ogni fiore del giro finale.



Che ne dite? Bellissimo, vero?? :-D
Buona domenica a tutti i miei lettori, ciaooo!!!! :-)
Mara

2 commenti:

  1. Bellissimo,mi puoi dire come l'o hai inamidato per rendorlo cosi' rigido? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppa, grazie!! :D
      Ho usato colla vinilica leggermente diluita, buona domenica ciao!! :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...